[Quale è il migliore ?] Caratteristiche, pregi e difetti dei televisori CRT, LCD, al plasma, LED ed OLED

gennaio 13, 2010 by  
Categorie Elettronica, Speciale

migliore-caratteristiche-pregi-difetti-televisori-crt-lcd-al-plasma-led-oled-confronto

Sentiamo spesso parlare  delle differenti tipologie dei  televisori moderni:  CRT,  LCD,  al plasma, LED od OLED.  La confusione dettata da questa quantità di tecnologie ed acronimi si fa più viva quando dobbiamo comperare un televisore nuovo e non vogliamo buttare i soldi.

Vi siete riconosciuti in questa breve descrizione ? Non abbiate paura: Techgarden è qui per aiutarvi!

Faremo infatti una veloce carrellata delle tecnologie presenti sul mercato, per capire come funzionano e quali sono i loro pregi e difetti, sperando che alla fine dell’articolo, quanto detto, possa esservi d’aiuto al momento della scelta.

CRT o a tubo catodico

Cominciamo con i televisori CRT, o a tubo catodico, rappresentano la prima tecnologia utilizzata ed è perciò la più antiquata.

Funzionamento: un fascio di elettroni viene emesso da una sorgente e  viene pilotato per disegnare l’immagine desiderata su uno schermo fotosensibile.

Pro:

  • longevità (possono vantare durate di decine di anni);
  • la facile manutenzione e riparazione (i televisori CRT sono aggiustabili da riparatori locali);
  • la resa dei colori è di qualità notevole.

Contro:

  • l’ingombro e soprattutto il peso sono elevati;
  • il consumo di corrente è notevole;
  • non è possibile il supporto nativo dei segnali digitali (DVD, digitale terrestre, HD TV, ecc.) poichè si tratta di una tecnologia intrinsecamente analogica.

LCD o a cristalli liquidi

Rappresentano l’evoluzione dei CRT e nascono per risolverne i problemi più rilevanti (commerciali), consentendo dimensioni e peso ridotti.

Funzionamento: i cristialli liquidi, controllati tramite opportunamente segnali elettrici, impediscono o consentono il passaggio di fasci luminosi, a formare l’immagine. Tale luce viene emessa da una fonte luminosa (solitamente lampade fluorescenti).

Pro:

  • l’ingombro e peso sono davvero ridotti;
  • vi è il supporto nativo dei segnali digitali.

Contro:

  • la resa dei colori ha una qualità inferiore rispetto ai CRT, con particolari problematiche con il nero: ciò è dovuto al fatto che la retroilluminazione non consente la presenza di pixel spenti (neri) al 100%;
  • la longevità non è a livello CRT, soprattutto a causa della presenza di lampade fluorescenti;
  • la manutenzione e la riparazione non risultano facili o possibili (a causa di circuitazioni di complessità più elevata rispetto ai CRT).

Plasma

I televisori al plasma, a differenza degli LCD, non hanno bisogno di una sorgente luminosa: i pixel stessi dell’immagine emettono luce.

Funzionamento: il colore di ogni pixel dell’immagine viene disegnato “bombardando” i fosfori dello schermo con fasci di elettroni che non provengono da un tubo catodico, ma vengono emessi da un gas plasma ionizzato.

Pro:

  • al contrario degli LCD, che richiedono una fonte luminosa “esterna” ai pixel, nei plasma si ottiene una resa dei colori (e, sopratuttto, del nero) quasi a livello dei CRT;
  • l’ingombro rimane ridotto (anche se non a livello dei televisori LCD);
  • a differenza degli LCD l’angolo di visione e’ quasi totale.

Contro:

  • il peso è notevolmente superiore rispetto agli LCD;
  • il consumo di corrente è rilevante, quasi come un CRT (a picchi, poichè il consumo  è proporzionale alla luminosità generale dell’immagine);
  • la durata è ridotta rispetto ai CRT, a causa della presenza di un gas volatile.

LED

La popolarità della tecnologia a LED (assieme a quella OLED, trattati di seguito) è in rapida evoluzione ed affermazione.

Funzionamento: a differenza degli LCD normali, nei televisori a LED la retroilluminazione è affidata a singoli led (invece di lampate fluorescenti). Grazie a questo, l’illuminazione può essere suddivisa e resa indipendente, per varie zone dell’immagine garantendo una resa generale migliore.

Pro:

  • rispetto agli LCD, hanno una resa migliore dei colori e del contrasto dell’immagine;
  • hanno maggior durata rispetto alle lampade a fluorescenza e al gas dei plasma;
  • garantiscono una migliore resa del nero.

Contro:

  • hanno un costo maggiore rispetto agli LCD;
  • hanno un ingombro superiore agli LCD.

OLED o Organic Light Emitting Diode (diodo organico ad emissione di luce)

Sono l’evoluzione diretta dei LED e puntano ad una eliminazione della necessita dell’esistenza di una fonte luminosa esterna rispetto ai pixel. È la tecnologia in voga al momento.

Funzionamento: a differenza degli LCD, la luce viene emessa direttamente da un sottile strato di materiale organico, reso “luminoso” una volta che viene attraversato da corrente.

Pro:

  • l’ingombro è notevolmente ridotto, anche rispetto agli LCD;
  • la resa di colori e la risoluzione sono di alta qualità.

Contro:

  • il prezzo è  notevole (ma si tratta di una tecnologia ancora nuova);
  • la longevità è ridotta a causa della presenza di un materiale organico.

La metodologia di realizzazione attualmente utilizzata è AM OLED (OLED a matrice attiva) dove il sottile strato organico viene posto sopra ad una maglia di transistor che controllano ognuno un singolo pixel.

Conclusioni

Quale tecnologia deve utilizzare il nuovo televisore che dobbiamo comperare ? Ancora una volta la risposta è:  dipende.

Se vogliamo mantenere i costi a fronte di una forte riduzione di resa di colori e grazie alla consolidata tecnologia, gli LCD sono la risposta. Se non vogliamo rinunciare alla qualità dei colori, accettando l’ingombro notevole, possiamo scegliere i CRT. Oppure, nel caso di richiesta di televisori di grosse dimensioni e di alta qualità, a fronte pero’ di costi notevoli le nuove tecnologie OLED sono la risposta migliore.

[Qual è il migliore ?] Confronto Apple iPhone 3GS e Google Nexus One

gennaio 10, 2010 by  
Categorie Cellulari, Speciale

migliore-confronto-apple-iphone-3gs-google-nexus-one-comparazione-recensione-specifiche

Ecco qui un nuovo telefono Android: il Google Nexus One. Che sia il prossimo iPhone killer ? Qual è il miglior telefono tra l’Apple iPhone 3GS e il Google Nexus One ? Leggete la recensione al confronto tra questi 2 telefoni top gamma e lo saprete.

La redazione di TechoBuffalo ha avuto la possibilità di avere tra le mani in anteprima il nuovo telefono di Google, Nexus One e ha realizzato una video comparazione con l’Apple iPhone 3GS per aiutarci a capire qual è il migliore dei due.

Di seguito trovate il video, ma se siete di fretta oppure non conoscete bene l’inglese potete leggere il resoconto del confronto tra l ‘iPhone e il Nexus One.

Il video in questione comincia comparando le specifiche tecniche dei due telefoni:

Apple iPhone 3GS

  • schermo touch a 3.5 pollici con risoluzione di 320×480 dpi
  • processore da 600 MHz
  • memoria da 16 o 32 Gb
  • durata batteria in utilizzo di 5 ore
  • fotocamera da 3 megapixels

Google Nexus One

  • schermo touch a 3.7 pollici con risoluzione di 480×800 dpi
  • processore da 1 GHz
  • memoria da 4 Gb, espandibile fino a 32
  • durata batteria in utilizzo di 7 ore
  • fotocamera da 5 megapixels (con flash led – ndr).
  • Player Macromedia Flash (ndr.)

Quindi come si può vedere, Google Nexus One batte per caratteristiche tecniche l’Apple iPhone 3GS.

Il video prosegue con una analisi rilevante, ovvero con il confronto tra i browser utilizzati dai due telefoni. L’ iPhone – come sappiamo – utilizza il browser Safari. Il telefono Google Nexus One utilizza il browser proprietario Steel. Nel rendering della pagina, utilizzando la stessa rete, il browser del Nexus One è nettamente più veloce rispetto a quello dell’iPhone.  Analizzando invece lo scrolling - mediante touch – nonostante anche quello del Nexus One sia molto reattivo, quello più ben fatto risulta essere quello dell’ iPhone 3GS. Anche nell’utilizzo, l’iPhone risulta essere migliore in quando utilizza il multitouch per le operazioni di pinch/zoom mentre il Nexus One utilizza delle icone di zooming (a scomparsa). Entrambi possono utilizzare il “doppio click” per zoomare in una particolare zona. Il risultato di questa prova è che l’Apple iPhone 3GS risulta essere ancora lo strumento per una esperienza di browsing mobile migliore, anche se il Google Nexus One è, di certo, ciò che gli si avvicina di più.

Il video passa poi ad analizzare le modalità di inserimento di testo – i telefoni utilizzano entrambi una tastiera virtuale. Il test è inficiato dal fatto che per il Nexus One l’autore utilizza un campo relativo al destinatario del sms e quindi non era disponibile l’autocorrezione. I due telefoni si equivalgono; tuttavia il Google Nexus One può utilizzare anche l’inserimento vocale.

La redazione di TecnoBuffalo esamina quindi la possibilità di customizzazione dell’interfaccia del telefono. Qui il Google Nexus One batte in maniera schiacciante l’Apple iPhone 3GS. Mentre quest’ultimo permette al massimo di riordinare le icone in varie pagine dell’home page, il Google Nexus One non solo consente di customizzare lo sfondo con wallpaper animati ed interattivi, ma anche permette di inserire diversi widget. Inoltre le applicazioni non sono disponibili nell’ home page – come per l’Apple iPhone 3GS, ma sono anche riunite in un menu a scorrimento.

Anche per quanto riguarda la navigazione all’interno del telefono, il Google Nexus One risulta offrire più possibilità rispetto all’Apple iPhone 3GS. Mentre il primo consente oltre all’utilizzo di tasti hardware per il volume e delle fotocamera – come del resto l’iPhone – permette anche di interagire con un tasto particolare che permette di navigare ad una pagina in particolare dell’home page e permette anche di utilizzare una trackball (molto utilie in alcune operazioni, ndr.)

Nel caso di correzioni di testo, l’iPhone permette di selezionare mediante una lente di ingrandimento virtuale, il punto di interesse con facilità mentre il Google Nexus One richiede di fare un click nel punto desiderato, fatto che non risulta molto facile a volte (il redattore di TecnoBuffalo dice di avere le dita un po’ grosse e quindi l’operazione gli risulta difficile). L’Apple iPhone 3GS in questo caso offre un usabilità migliore.

L’analisi passa poi ad esaminare l’argomento applicazioni, sia per quanto riguarda l’app store che per quanto riguarda la velocità d’avvio. Per il primo punto, l’Apple App Store risulta essere imbattibile sia per il numero che per la qualità delle applicazioni. Il Google App Store tuttavia è ben usabile e si avvicina a quello di Apple. Nell’avvio delle applicazioni il Google Nexus One risulta al livello dell’Apple iPhone 3GS nonostante il primo sia un telefono con sistema operativo multitasking.

A seguire viene esaminata l’applicazione Google Maps – applicazione leader nel settore delle mappe – su entrambi i telefoni. Il Google Nexus One sembra far eseguire più velocemente tale applicazione ma la gestisce molto bene anche l’iPhone 3GS. In più il Google Nexus One offre gratuitamente il Google Navigator un applicazione di navigazione turn by turn molto ben realizzata.

Infine una rapida disamina sui due sistemi operativi. Quello dell’Apple iPhone 3GS è molto semplice, elegante, stabile veloce e consistente. Quella del Google Nexus One risulta essere veloce, semplice ma molto customizzabile; ancora nulla si può dire della sua stabilità.

Alla fine di questa analisi, qual è il miglior telefono tra l’Apple iPhone 3GS e il Google Nexus One ? La risposta del video è – ovviamente – dipende. Volete un telefono che si integra perfettamente con iTunes e il mondo Apple, che risulta essere veloce e stabile e stiloso ? Allora la risposta è che per voi il telefono migliore e l’Apple iPhone 3GS. Se invece volete un telefono molto veloce, liberamente customizzabile e che si integra con molti programmi per la gestione degli mp3 ? Allora la risposta migliore è il Google Nexus One.

I 6 migliori plugin per navigare con Google Chrome

gennaio 9, 2010 by  
Categorie Software, Speciale, Utility

Goolge Chrome in questi ultimi mesi si è guadagnato il podio diventando il terzo browser più utilizzato, sorpassando nientemeno che Safari. Allora abbiamo selezionato 6 add-ons (o plugin) indispensabili per navigare al meglio e sfruttarne tutte le potenzialità. Magari anche per convincere chi ancora deve provarlo…

Leggi articolo

[Trucchi Window 7] – Scopri la Modalità divina (GodMode) di Windows 7

gennaio 7, 2010 by  
Categorie Speciale, Windows

trucchi-window-7-modalita-divina-godmode-pannelli-segreti

Grazie a CNET oggi possiamo svelarvi un nuovo trucco da utilizzare con Microsoft Windows 7: si tratta della Modalità Divina (GodMode).

La modalità divina non è altro che una caratteristica nascosta (e non documentata) di Windows 7 che permette di creare una cartella che ci consenta di accedere velocemente a tutti i pannelli di Windows 7, velocemente e da un unico punto.

Per attivare la Modalità Divina è sufficiente:

  1. creare una nuova cartella
  2. assegnarle un nome qualsiasi seguito da un punto e dalla stringa
    {ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}

Per esempio il nome della cartella potrebbe essere “techgarden.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}” (virgolette escluse).

La cartella creata assumerà un icona differente relativa al GodMode e consentirà di accedere a tutti i panelli di Windows 7, da un unico punto.

Da indiscrezioni tale trucco funziona anche in Windows Vista, anche se per alcune versioni potrebbe casuare dei crash. Techgarden non si assume alcuna responsabilità se ciò provoca dei danni al vostro computer.

Techgarden regala un account Google Wave, scopri come vincere!

novembre 14, 2009 by  
Categorie Software, Speciale

Techgarden mette oggi in regalo per tutti voi un account Google Wave, la nuova rivisitazione della mail secondo Google.

Se anche voi siete tra quelli che stanno desiderando un account per provare il nuovo fantastico tool di Google, questa potrebbe essere la vostra occasione.

Per partecipare è sufficiente che voi inseriate nella homepage del vostro blog, o nel vostro sito, un link a http://www.techgarden.net (con etichetta http://www.techgarden.net) e, quando lo avrete fatto, ci segnaliate l’url in cui avete inserito il link, vostro nome e la vostra email nei commenti a questo articolo.

Tra tutti coloro che parteciperanno estrarremo il fortunato che riceverà gratuitamente un fantastico account per Google Wave.

Scarica 16 temi per Windows 7, gratis grazie a Microsoft

Microsoft festeggia il fantastico record di vendite del suo nuovo Windows 7, regalando a tutti i suoi utenti dei meravigliosi temi scaricabili gratuitamente dal sito.

Fra i temi scaricabili sono presenti

  • Avatar (il nuovo film di Ridley Scott)
  • Porsche
  • Ferrari

e altri ancora..

Se volete personalizzare il look del vostro Microsoft Windows 7 scaricando gratuitamente i 16 temi per il nuovo sistema operativo, il link è questo.

Scarica gratuitamente 80 wallpaper in tema Windows 7

scarica-gratuitamente-80-wallpaper-windows-7

W3Mag pubblica un link contenente più di 80 sfondi in tema Windows 7 per svecchiare il vostro computer.

Il link per scaricare gratuitamente 80 wallpaper gratuiti in tema Windows 7 è questo.

Link per il download gratuito di Firefox 3.5 per Windows 7, Windows Vista, Windows XP, Linux e Mac OS X

giugno 30, 2009 by  
Categorie Software, Speciale

<br />

Il team di mozilla rende finalmente disponibile la release definitiva di Firefox 3.5, il browser di nuova generazione.

Il link per scaricare gratuitamente Firefox 3.5 per Windows 7, Vista, XP, Linux e Mac OS X è questo.

Primi problemi per Microsoft Windows 7 e la Modalità Xp

maggio 7, 2009 by  
Categorie Speciale

<br />

Microsoft vuole introdurre con Windows 7 la modalità Xp, una feature grazie alla quale sarà possibile far eseguire i programmi meno recenti che soffrono di problemi di compatibilità. Se siete fortunati.

Leggi articolo

Specifiche e link per il download gratuito di Windows 7 RC

maggio 5, 2009 by  
Categorie Speciale

<br />

Chiunque può scaricare e provare gratuitamente Windows 7 il nuovo sistema operativo di Microsoft, senza dover diventare pazzi con eMule o BitTorrent. Vuoi sapere come ? Leggi il nostro articolo

Leggi articolo

Successive »